Crea sito

Rubrica: libri letti ad alta voce/1

Questa è una rubrica di annotazioni, di libri letti ad alta voce. Non ci troverete: recensioni, spoiler, spiegoni, «È scritto bene», trame (per quello c’è il link alla scheda libro); ci troverete: forse qualche commento, sempre un brano letto dalla sottoscritta. Parte oggi.

Iniziamo.

Racconti edizioni nasce nel 2016, pubblica – ovviamente – solo racconti e da giovedì 19 aprile è ufficialmente entrata nella lista delle case editrici portatrici di un libro nella dozzina dello Strega. Applausi. Che gli scrittori di racconti siano una specie con superpoteri è a mio modo di vedere innegabile: Michele Orti Manara è praticamente Spider-Man.

Cos’è: una raccolta di racconti, appunto. Senza nessuna intenzione di omogeneità, un filo rosso, una voglia di romanzo.
Per chi è adatto. Amanti della scrittura breve, della misura stilistica, della narrazione pura, delle menzogne e dei gatti.
Per chi non è adatto. Amanti dei fuochi d’artificio letterari, editori che non vendono racconti, editori che non pubblicano racconti, lettori che «gli esordienti italiani non hanno nulla da dire» e quelli che «non leggo gli italiani».

Se non seguite Andrea Pomella, secondo me vi perdete qualcosa.

Cos’è: un romanzo di formazione.
Per chi è adatto. Amanti dei Pearl Jam, nostalgici degli anni ’90, grunge-addicted, chi ha paura dell’età adulta e ancora si domanda quand’è esattamente che tutto è cambiato.
Per chi non è adatto. Chi non ha mai avuto un mito in vita sua.

Ho già detto tutto qui.

Cos’è: un memoir sul corpo.
Per chi è adatto. Chi si costruisce fortezze attorno, chi non sa cos’è una fortezza ma vuole impararlo, chi conosce qualche costruttore provetto.
Per chi non è adatto. Chi non sa cos’è una fortezza e sta bene così.

Playlist. Clic.